Intenzione, anticipazione e movimento – abstract e indice

Estratto Tesi di Laurea Quadriennale in Filosofia

Relatore: Corrado Sinigaglia

Correlatore: Lucio Ongaro

Maggio 2009, Anno Accademico 2007/2008

La tesi nella sua generalità si propone di delineare un percorso che attraversi diversi aspetti e ambiti in cui il movimento umano possa essere collocato, partendo dall’aspetto fisiologico e neurologico, attraversando gli aspetti intenzionali e attivi che connotano fortemente alcuni nostri meccanismi motori e percettivi fino a rendere difficile la loro netta separazione.

Da qui si toccherà l’aspetto della trasmissione di abilità motorie, dell’allenamento e il ruolo dell’insegnante nel processo di apprendimento motorio.

In ultimo capito a titolo di esemplificazione un’analisi di una sperimentazione condotta dal Dott. Magagnato sullo sviluppo della forza negli arti inferiori attraverso discipline motorie non convenzionali e la conseguente analisi e rilettura dei risultati raggiunti alla luce delle nuove prospettive emerse.

Abstract

The movement is an essential part of our life, everything is happening in universe now si characterize by movement and shift: human experience, too.

We move to the object by intentional movements of our body: we decide to move legs, arm and hands to look for everything what we want to use.

It is not simple divide in two different processes perception and the intentional movements because neuronal and physiological analyses move to consider neuronal intentional activity more fast than distal movement.

The world that we know is not characterize only by object and space, but the processes become object-in-action, where we can define the objects by the use of them, and space-in-action, all the hypothetical point of our allowed intentional movements.

Indice generale

Capitolo I

Il movimento fra fisiologia e azione

Composizione anatomica del movimento

La muscolatura

Unità Motoria

I riflessi spinali: stiramento e flessione

Il controllo sensoriale nell’attività riflessa: un esempio di retroazione

La composizione interna del muscolo

Il cervelletto

Le possibilità dell’azione

Oggetti e coordinazione: la presa

Affordances, atti motori potenziali e significato

Toccare lo spazio: il riconoscimento del campo d’azione

Capitolo II

Dall’automatismo all’apprendimento

Movimento volontario, involontario e automatismi

Intenzionalità, condotta e schema corporeo

La funzione di interiorizzazione: una focalizzazione sullo schema corporeo

L’apprendimento nell’integrazione funzionale della persona

Capitolo III

Diversi approcci di apprendimento motorio: i risultati di una ricerca

Una ricerca sullo sviluppo della forza negli arti inferiori: metodologia e presupposti

I gruppi

Test isocinetico

Allenamento giornaliero

La posizione base

I risultati

Analisi della postura e dell’attività coinvolta: il ruolo dell’intenzionalità

Apprendimento per drill e apprendimento motorio intelligente

Analisi dei risultati quantitativi e qualitativi: la potenzialità del gesto

Conclusioni

Analisi della misura di forza come indicatore

Intenzionalità, persona e spazio: un altro modo di muoversi

Appendice 1

I risultati della ricerca: la parola a chi ha sperimentato

Osservazioni dei partecipanti alla sperimentazione a fine programma

Appendice 2

Discipline interne cinesi: un contributo all’educazione motoria”

Estratto della Tesi di Laurea di Paolo Magagnato Università Degli Studi di Milano

Estratto dell’introduzione

Conclusioni dell’estratto

Bibliografia

Sitografia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...