Le matematiche del tao#2

<- Le matematiche del tao#1

Una seconda ragione per cui val la pena scrivere è la delicatezza del titolo stesso, che è in sé stesso intero progetto di ricerca: il plurale, ovvero il pluralismo, le matematiche del tao, non la matematica del tao. Questo plurale è il segno distintivo di una epistemologia caratterizzata da un profondo rispetto per le forme di conoscenza che storicamente si sono affacciate – e si continuano ad affacciare – al mondo.

Il testo non è un saggio a carattere esclusivamente epistemologico di tipo logico o a tesi, ma è costellato di considerazioni generali su questo tema, tra una riga e l’altra, a trame più o meno fitte – il che mi ricorda, a sua volta, una mia tanto vecchia quanto stimata conoscenza– che si colorano, pur non lasciandosi andare a un vero e  proprio anything goes, di una sottesa accettazione di come diverse forme di ricerca e di comprensione del mondo e della vita, lungi dall’essere “false” plasmano il mondo, e, a loro volta e lo rendono denso di nuovi avvenimenti e di nuove interpretazioni che generano nuovi fatti e nuove pratiche che seppure ad un primo sguardo con la conoscenza, in senso stretto, non hanno molto a che fare come politica, commerci, religioni, legiferazione e sentire morale. Tutte concorrono a definire quella galassia di eventi che chiamiamo reale, ciascuna attraverso le sue peculiarità di legittimazione, che siano storiche, legale o economiche.

Nella parte finale del libro ci si avvicina alla considerazione  che la conoscenza, e in ultima ed estrema istanza anche la verità, siano non solo pratiche sociali – fatto salvo il campo dell’intuizione, o della mistica, campo da cui ora ci teniamo lontani, stiamo invece qui parlando degli esami per diventare mandarini, ovvero funzionari imperiali – ma che siano prodotti da conflitti di potere, dal sostegno di una fazione data ad un altra, o revocata, che nel gioco delle parti per sopravvivere si appoggia a seconda della convenienza su una comunità che a sua essendo dedita ad un certo tipo di pratiche, piuttosto che ad altre, ne determina il successo sociale, ovvero il grado di realtà, a scapito di altre, sotto il profilo culturale ugualmente degno.

In poche parole, i fatti non sono separabili dalla teoria, che a sua volta non è separabile da chi la produce, dai mezzi con cui la diffonde e dalle pratiche sociali e commerciali che ne derivano.

Risultati immagini per tangram teorema della corda cina

Fa da esempio la dimostrazione tramite tangram del teorema della corda, figurativa e intuitiva, anzichè il suo omologa greca del teorema di Pitagora, logica e assiomatica, entrambe ugualmente inoppugnabili oltre che nel loro contesto, anche per efficienza logica ed evidenza dimostrativa. Quanto questi due differenti approcci, che appaiono meramente procedurali in realtà, segnano l’esistenza di due matematiche intrinsecamente diverse?

La verità, in questo processo sociale si rafforza attraverso la continuità del potere che la sostiene divenendo, come nella storia mondana, la storia del più forte e del vincitore, non invece la storia di una trascendenza (o meno) che porta ad una conoscenza più o meno definitiva del mondo e del sè. In questo contesto ci troviamo a trattare, appunto, con le verità, doverle comparare e definirne, non solo attraverso l’analisi delle modalità che ne hanno permesso lo sviluppo, ma anche verificando di passo in passo le condizioni politiche e sociali che ne hanno accompagnato, e a volta causato sopravvivenza, sviluppo e, talvolta, la morte.

<- Qui  una versione del teorema della corda

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...