A chi si insegna il tao? Da c’iung-hu-cienn ching, l’opera di Lieh-tzu

Inutilmente si parlerebbe del Principio agli arroganti e a i violenti; essi non possegono le qualità per capire; le loro tare gli impediscono di ricevere un insegnamento e di essere aiutati. Perchè a qualcuno si possa insegnare, questi deve credere di non sapere tutto; è questa la condizione sine qua non. L’età non è un ostacolo, così come l’intelligenza non è sempre un mezzo; l’essenziale è la sottomissione di spirito.

Senza peli sulla lingua, bisogna dire. Lieh.Tzu, C’iung-hu-cienn Ching, l’opera di Lieh.Tzu, 1994 Luni, p. 109

<- Lieh-Tzu sul cuore dell’uomo

Annunci