Dal seminario con Paolo Magagnato, Torino 13 gennaio 2019 | taiji | neijia | tuishou |

Vi ringrazio tutti, uno per uno!

<- Presentazione seminario 

<- Attività a Torino 18/19

<- Corsi a Torino

Seminario con il M° Paolo Magagnato: Oltre la forma: Taiji, TuiShou e QiGong |Torino, 13 Gennaio 2019

DSC_1308

Primo Seminario a Torino con il M° Paolo Magagnato caposcuola Cheng Ming Europe, nonchè mio Maestro oramai da più di vent’anni.

Il seminario, aperto ad interni ed esterni alla scuola, principianti e non, sarà dedicato allo studio e alla pratica di tutto quell’insieme di conoscenze che stanno dentro e fuori lo studio della forma di Taiji: andremo oltre la forma.

Per prima cosa prenderemo a prestito dalla pratica del QiGong, dell’YiQuan ciò che permette di organizzare e di attivare il corpo dall’interno, praticare l’ascolto e la

DSC_0014_2 - Versione 3

coordinazione che sono il presupposto dell’armonia interna, per poi trasferire tutto questo con particolare attenzione, oltre che nella forma, nella pratica a coppie, dal significato dei gesti alla loro applicazione marziale per l’impostazione di quel particolare gioioso metodo di studio della forza che si trova a metà strada fra la sensibilità e il ruzzare che è il TuiShou.

Il seminario si terrà a Torino presso i Bagni Municipali di San Salvario, in via Morgari 14 dalle ore 9 alle ore 17 di domenica 13 gennaio 2019.

Lo spazio è molto accogliente e ampio, possibilità di pranzare in loco, in ogni caso la prenotazione è obbligatoria.

Per info qui mandate una mail a torinochengming@gmail.com

oppure telefonate al 347-4595499

-> I corsi settimanali a Torino

-> I corsi tematici a Torino (2018)

Si arriva ai bagni, via Oddino Morgari 14, con:

  • treno Torino Pta Nuova;
  • mm Marconi, linee 18, 16, 67, 9, stazione 76 ToBike;

Portici di Carta, Grazie a tutti!

Grazie a tutti per i bei due giorni a Portici di Carta! grazie al Centro Interculturale, a Giovanni, Alice e tutti gli altri che hanno organizzato, lavorato e resistito per due giorni a tutti noi;  agli allievi , in particolare a Marisa che è il pilastro di tutta la faccenda, Cristina a cui dobbiamo tutti i disegni (da colorare!), a Liesbeth per la pazienza e il poco cinese che abbiamo potuto scrivere, a Marco per il gentil eloquio e a Sara per essersi sorbita me per ben due giorni di fila!

Alberto e Roberta per l’unione yogica degli stand, ma sopratutto, per le caramelle!

Non dimentichiamo tutti voi che siete passati, con cui abbiamo chiacchierato, fatto pratica e scambiato opinioni e esperienze, con chi può, ci vediamo a lezione stasera alle 18, Centro interculturale!

Grazie e a presto!

Lorenzo

Per l’anno sportivo 2018/2019 a Torino e non solo

Buongiorno a tutti,

spero abbiate passato una buona estate e l’arrivo dell’autunno vi sia favorevole.
Come gli scorsi anno piano piano riprenderanno le lezioni settimanali al Centro Interculturale, c.so Taranto 160 [To], i cicli di seminari, tra cui quest’anno si prevede, ancora in data da destinarsi, un incontro con il Maestro Paolo Magagnato, caposcuola della Cheng Ming Europe, l’incontro dedicato prevalentemente al Taiji Quan.
Ricordo che a Sesto San Giovanni (Mi) con cadenza circa mensile si tengono i seminari di approfondimento con il Maestro Magagnato e in Maggio l‘incontro internazionale con i Maestri Wang Fu Lai e Wang Su Chun.
La prima lezione di apertura al Centro Interculturale si terrà lunedì 8 Ottobre, ore 18-20, corso base, e da mercoledì 10 Ottobre, ore 18-20, corso avanzato.
In entrambi i corsi proseguiremo e perfezioneremo lo studio della forma di Taiji della Sintesi dedicando il lunedì, alle prime 3 sezioni, all’allungamento, al rilassamento e al recupero psicofisico, mentre nel corso del mercoledì proseguiremo la sequenza fino a terminarla (99 figure) inserendo elementi di xingyi, bagua e tuishou.
Oltre al tradizionale percorso della Cheng Ming quest’anno ci saranno momenti per praticare assieme meditazione da seduti e sul suono. Durante l’anno ci organizzeremo, chi vuole essere informato mi faccia sapere, anche via mail.
Ultimo ma non per ultimo, saremo a Portici di Carta in via Roma nel fine settimana del 6 e 7 Ottobre: venite a trovarmi per un saluto e quattro chiacchiere, vi aspetto!
Vi ringrazio per l’attenzione e vi abbraccio.
A presto
Lorenzo

Buon ritorno

sdrPost pellegrinaggi, post taiji, post bagua, i piedi si preparano al nuovo autunno,

a nuovi pellegrinaggi, a nuovo taiji, a nuovo bagua, a un nuovo cammino.

Così come una volta seduti ci si rialza, dopo la vendemmia si ricomincia.

A presto con i programmi, le proposte e le intenzioni per proseguire, approfondire o inziare a praticare da settembre in poi.

Un abbraccio a tutti e a tutte!

International Whorkshop Baguazhang – Taijiquan in Milano, Italy 2018

stage2018 taiji.png

Ecco il programma di massima:

SABATO 19 maggio 2018
Baguazhang: Studio di Lian Huan Zhang e You Shen Zhang

DOMENICA 20 maggio 2018
Taijiquan: Studio di forma e applicazioni

Ore 9.00 Registrazione dei partecipanti
Ore 10-13 / 15.30-18.30 Pratica.

La pratica sarà eseguita in gruppi di lavoro differenziati.

Stage riservato ai soli praticanti di Taijiquan e arti marziali, aperto ai Soci di Cheng Ming Europe, ASC, UISP.

Iscrizioni entro martedì 8 Maggio

Nei giorni successivi e sul luogo la quota di partecipazione sarà maggiorata

Per iscrizioni e informazioni

info@chengmingeurope.eu

LEZIONI SERALI SETTIMANALI

Per i soli iscritti Cheng Ming Europe / Movimento e Percezione sarà possibile partecipare a singole lezioni serali a tema.

Programma indicativo ore 20-22

Mer. 16 Maggio – Palestra Anpi – Viale Italia 123

Tui Shou – applicazione dei principi delle 8 porte – peng, lü, ji, an, lie, cai, zhou, kao (piedi nudi o calze)

Gio. 17 Maggio – Palestra Pascoli – Via Milano angolo Marx

Sciabola 1 Xingyi – Spada Taiji

Lun. 21 Maggio – Palestra Pascoli – Via Milano angolo Marx

Spada 2 Xingyi – Spada 1 Xingyi

Mar. 22 Maggio – Palestra Anpi – Viale Italia 123

Taijiquan – forma e applicazioni (piedi nudi o calze)

Informazioni ai diretti interessati:

info@chengmingeurope.eu

torinochengming@gmail.com

Co-evoluzione tecnologica, il mancino zoppo, Serres

Esternalizzati dal corpo, gli artefatti vi ritornano e lo metamorfosano. L’invenzione tecnica ha effetti sull’innovazione umana, strumenti e macchine ominizzano. Questo processo va avanti da millenni, e, rottura dopo rottura accelera o rallenta. Diventiamo continuamente i nostri figli. […] Homo si somatizza e si collettivizza attraverso i propri artifici.

Il mancino zoppo, Serres, Bollati Boringhieri p.132

Al netto dei paroloni, coevolviamo con gli oggetti che creiamo e con la tecnologia che immettiamo nel mondo, essa ci plasma e si plasma sui nostri usi e a sua volta li determina, si e ci migliora. Da notare di sfuggita che qui tecnologia non vuol dire solo pc e realtà virtuale, vuol dire anche scrivere, mungere una mucca, ricavarne formaggio, accendere un fuoco, costruire una casa o una poesia, così come programmare in phyton o vestirsi. Anche se alcune di queste cose ora ci appaiono naturali, quando si sono create erano delle novità assolute, prima non esistevano, e solo allora nellla storia dell’universo è apparso un diverso modo di stare al mondo, con diverse relazioni e priorità.

Non sottovaluterei nemmeno le conseguienze di questa coabitazione nell’evoluzione biologica delle specie, nella convivenza si creano nichie, adatte a rafforzarne l’ecosistema, anche a scapito degli altri. Uomo più cane modifica il mondo più profondamente e lungamente di solo cane e solo uomo. Moltiplichiamo questo per uomini, batteri, cereali, cavalli e cacciaviti e smartphone, avremo così la nicchia umana, che solo-umana non è, è un intero ecosistema di relazioni fondamentali per la sopravvivenza di tutti i suoi componenti. Dove si trova il confine di questa comunità, tanto nel tempo di evoluzione quanto nella quantità di spazio rubato alle altre nichie, o alla coevoluzione tra loro, ancora non è dato sapere, né forse lo sarà mai.

Ma la loro storiografia sembra essere iniziata.

<- Altro Serres